Degenza

Degenza

Il servizio

Il servizio di degenza garantisce al paziente, la cui autonomia personale è gravemente compromessa, di ricevere tutte le cure e le attenzioni necessarie a soddisfare i suoi bisogni, nel rispetto dei suoi ritmi di vita anche se inserito in un ambiente di comunità. La contemporanea presenza di medici, infermieri, operatori d’igiene, psicologi, assistenti sociali, fisioterapisti consente di affrontare i bisogni secondo un approccio globale, valutando il percorso di cura in accordo con il paziente e la sua famiglia e modificando il piano di assistenza individuale tempestivamente grazie al supporto di una cartella clinica informatizzata condivisa.

 

A CHI È RIVOLTO

I pazienti ricoverati in degenza presentano patologie in fase evolutiva inguaribili, non solo di tipo oncologico ma anche cardiopatie, disturbi cerebrovascolari, epatopatie, patologie degenerative (Sla o patologie neurodegenerative).  Questi malati necessitano di un breve periodo di ricovero con obiettivi che si diversificano: dalla ricerca del luogo di cura più appropriato per il paziente, al monitoraggio clinico, al sollievo per i familiari, all’accompagnamento di fine vita.

L'offerta

Il servizio assicura gratuitamente a tutti i malati ricoverati nelle 20 camere di degenza disponibili (tutte fornite di servizi privati e poltrona letto per l’accoglienza di un familiare anche di notte):

  • assistenza completa di cure palliative;
  • trattamento fisioterapico;
  • supporto psicologico;
  • assistenza sociale;
  • cartella clinica informatizzata wHospital per il monitoraggio del paziente;
  • supporto relazionale da parte di volontari;
  • accesso dei familiari dei ricoverati 24 ore al giorno.

L’ÉQUIPE ATTIVA IN DEGENZA

Scopri di più

Il medico palliativista

L’infermiere

L’operatore di igiene

L’assistente sociale

Lo psicologo

Il fisioterapista

Il volontario

COME ACCEDERE ALLA DEGENZA

La presa in carico del paziente ha come premessa essenziale il colloquio tra un familiare o altra persona legata al paziente e gli assistenti sociali dell’Unità Valutativa per stabilire la natura e la priorità dei bisogni clinico-assistenziali.

È possibile effettuare questo colloquio presso l’hospice Casa Vidas dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17.30, anche senza appuntamento, portando con sé la documentazione sanitaria, la carta regionale dei servizi e un documento di identità del paziente.