Domicilio

Domicilio

Il servizio

È il luogo privilegiato dell’assistenza di Cure Palliative, perché garantisce al paziente di continuare a vivere tra i propri ricordi senza che venga privato delle cure continuative e professionali offerte gratuitamente dalle équipe multidisciplinari. Il piano di assistenza individuale viene studiato col paziente e la famiglia e modificato tempestivamente grazie al supporto di una cartella clinica informatizzata condivisa. Gratuita è anche la fornitura di materiale sanitario e attrezzature ortopediche trasportate al domicilio del paziente per rendere la casa un luogo adeguato alla cura.

A CHI È RIVOLTO

Gli assistiti a domicilio presentano patologie in fase evolutiva inguaribili, non solo di tipo oncologico ma anche cardiopatie, disturbi cerebrovascolari, epatopatie, patologie degenerative (Sla o patologie neurodegenerative).  Sono pazienti per i quali è possibile costruire una rete assistenziale di supporto, affiancando alle risorse familiari esistenti l’équipe di Cure Palliative domiciliari, che predispone un piano di assistenza individuale ad hoc.

L’OFFERTA

Il Servizio viene garantito a Milano, Monza e in 112 Comuni dell’hinterland e comprende:

  • Interventi sociosanitari programmati nei giorni feriali;
  • reperibilità telefonica medico-infermieristica 24 ore al giorno, 365 giorni l’anno;
  • visite d’urgenza diurne e notturne 7 giorni su 7;
  • cartella clinica informatizzata wHospital per il monitoraggio del paziente;
  • supporto relazionale e nei bisogni pratici, dentro e fuori casa, da parte di volontari.

 

L’ÉQUIPE A DOMICILIO

Il medico palliativista

L’infermiere

L’operatore di igiene

L’assistente sociale

Lo psicologo

Il fisioterapista

Il volontario

Il logopedista

DIMISSIONI PROTETTE

Vidas garantisce quelle che vengono definite “dimissioni protette” attraverso la sovrapposizione tra le ultime cure mirate alla guarigione del paziente e le cure palliative, finalizzate a massimizzare la qualità del suo ultimo periodo di vita.
Il passaggio dalle une alle altre diviene così meno traumatico sia per il malato sia per il suo nucleo familiare che dovrà farsene carico, permettendo altresì di attrezzare il domicilio per il momento in cui il paziente lascerà l’ospedale.

SOCIAL IN HOUSE

Nato grazie al sostegno di Fondazione Cariplo, Comune di Milano e Fondazione Berti, si rivolge a situazioni di forte degrado in cui, accanto al malato terminale, c’è la compresenza di persone portatrici di devianze e disagi sociosanitari o sono presenti condizioni di estrema povertà. Per questi malati è stato articolato uno specifico servizio che affianca alle équipe sanitarie delle mini équipe altamente specializzate composte da assistenti sociali, psicologi e volontari di lunga esperienza.

COME ATTIVARE L’ASSISTENZA A DOMICILIO

La presa in carico del paziente ha come premessa essenziale il colloquio tra un familiare o altra persona legata al paziente e gli assistenti sociali dell’Unità Valutativa per stabilire la natura e la priorità dei bisogni clinico-assistenziali.

È possibile effettuare questo colloquio presso l’hospice Casa Vidas dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17.30, anche senza appuntamento, portando con sé la documentazione sanitaria, la carta regionale dei servizi e un documento di identità del paziente.

Scopri se puoi ricevere assistenza nel tuo comune