Ti serve assistenza sanitaria?
19.11.2013  |  Volontari

Questo è essere volontario

Condividi

Il racconto della nostra Alessandra, giovane volontaria con un paio d’anni di esperienza, al corso per nuovi volontari… quale testimonianza più calzante e incoraggiante per chi si sta avvicinando a Vidas? Ve la regaliamo. Fiducia, entusiasmo, ascolto, apertura del proprio cuore, ma anche pazienza, prudenza, discrezione e competenza: questo è essere volontario!

Un gruppo di volontari nella hall di Casa Vidas

Avrei voluto dirvi queste cose di persona, ma purtroppo le circostanze, quelle che capitano quando meno te lo aspetti e con le quali bisogna fare i conti, me lo hanno impedito….ma sono proprio le “circostanze”,quelle che non vorreste mai dover affrontare, quelle sì, che ti cambiano la vita.

Ognuno di voi ha il suo vissuto, le sue esperienze, alcune delle quali hanno segnato così profondamente la vostra vita, da farvi scegliere di essere qui. Ebbene: sappiate che non avreste potuto fare scelta migliore. No, non è facile, è durissima, ve lo assicuro. Ma anche per questo vi accorgerete ogni sacrosanto giorno del valore di questa scelta.

Non solo dei piccoli, infinitesimali gesti che voi avrete l’opportunità di fare, regaleranno serenità ai pazienti che incontrerete( e vi assicuro che, seppur nella mia pur breve esperienza, la serenità non è solo un desiderio ricorrente da parte dei pazienti, ma addirittura”bramato”), ma la serenità che sarete in grado di trasmettere, vi sarà restituita, RADDOPPIATA. Vi sentirete dire che siete degli angeli…spero non vi sentiate mai tali, perchè tutto ciò che RICEVERETE, SENZA FARE NULLA SE NON ACCOMPAGNARE CON DOLCEZZA,DISCREZIONE (in punta di piedi!) e COMPETENZA, SARA’ SEMPRE MOLTO, MOLTO, MOLTO (ho detto molto?!?), DI PIÙ.

Apprezzerete la quotidianità dei vostri gesti più banali: dal potervi lavare i denti da soli a pedalare, al poter osservare il cielo che, vi giuro, vi sembrerà di aver sempre e solo “guardato”, ma mai “visto”, nel suo assoluto splendore…. Vi accorgerete di quanto “risolvibili” siano tutti i problemi che finora avete dovuto affrontare, sarete consapevoli di quanta fortuna abbiate ad essere vivi, di quanta gioia possa esserci nella possibilità di “scegliere” se fare una cosa oppure no, e come.

Avrete l’opportunità di vedere un sorriso, di sentire un abbraccio così talmente sincero da essere disarmante. E quel calore che sentirete vi accompagnerà per sempre. E vi renderà più forti di quanto voi stessi abbiate mai potuto immaginare di essere. Se potete e se, confrontandovi con gli operatori Vidas (tutti, nessuno escluso: dai medici alle oss, dai colleghi agli psicologi), capirete di poter rendere , nel vostro piccolo, MIGLIORE L’ULTIMO TRATTO DELLA VITA DEI PAZIENTI E COMPRENDERE I TIMORI DEI FAMILIARI, FATELO. FATELO E FATELO CON TUTTA LA PASSIONE, IL CUORE MA ANCHE LA GIUSTA DISTANZA. La giusta misura potrete capirla solo voi (ovviamente parlo solo per quanto accaduto a me). E se mai vi dovesse succedere (come capitato anche a me) di pensare che il distacco non sia “compatibile” con questo tipo di assistenza,chiedete aiuto, informazioni, sostegno, indicazioni (li troverete sempre).

E poi traetene il meglio per le persone che incrocerete su questo cammino, e per voi stessi.

Scopri tutte le categorie di racconti VIDAS

Operatori
Scopri ora
Volontari
Scopri ora
Donatori
Scopri ora

Scopri tutte
le categorie
di racconti
VIDAS

Novità

La sezione novità è dedicata a te, per rimanere sempre al passo con ciò che succede in VIDAS: qui troverai tutti gli aggiornamenti sulle attività e le nuove possibilità per sostenerci, i prossimi eventi e le iniziative culturali in programma.
Scopri tutti gli articoli

Cultura

Un’intensa attività culturale affianca da sempre quella assistenziale: in questa sezione approfondirai la filosofia ispiratrice di VIDAS e aprirai la mente a una riflessione più ampia su tematiche esistenziali e sociali, sul vivere e sul morire.
Scopri tutti gli articoli
back to top