Biotestamento

Il biotestamento

La legge 219/2017 ormai in vigore è una norma importante per quei principi generali (la condivisione del percorso assistenziale, la comunicazione e il rispetto delle scelte nel nucleo paziente-famiglia, il tempo di relazione come tempo di cura) che da anni Vidas sostiene e mette in pratica nelle proprie attività di assistenza.

Testamento biologico: come fare

Per redigere il testamento biologico (DAT) occorre che la persona, al momento della redazione, sia nel pieno delle proprie facoltà ed esprima le proprie volontà in piena libertà.
Il contenuto del testamento biologico è «libero» e può comprendere, oltre alle disposizioni relative alle cure desiderate o meno nel fine vita, anche le disposizioni in merito all’espianto dei propri organi o all’utilizzo della propria salma per scopi scientifici così come indicare il tipo di sepoltura desiderata (inumazione/cremazione).

Deve contenere:

  • nome, cognome, luogo e data di nascita, domicilio e data della sottoscrizione;
  • uno-due testimoni che controfirmino il testamento;
  • indicazione di uno-due fiduciari.

Fondamentale la chiarezza espositiva: scrivere in modo semplice e lineare evita «equivoci» nell’interpretazione.

Il Comune di Milano mette a disposizione dei cittadini uno sportello nella sede di via Larga, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12, per la consegna in busta chiusa delle disposizioni anticipate di trattamento unitamente alla fotocopia di un documento d’identità. Lo sportello istituito nel novembre 2013 nella sede della Casa dei Diritti di via De Amicis 10 rimarrà attivo con funzioni di orientamento e supporto per la compilazione della D.A.T.

Articoli utili

Io, che curo i malati alla fine della vita

La direttrice sociosanitaria, Giada Lonati, si racconta a Donna Moderna. Evidenziando come, dietro alla legge sul biotestamento, stiano concetti chiave come sollievo, dignità, libertà.

Perché la sedazione palliativa non è eutanasia

Vanity Fair ha chiesto a Barbara Rizzi, direttrice scientifica di Fondazione Vidas, di chiarire le differenze tra sedazione palliativa profonda, eutanasia e suicidio assistito.

Il biotestamento è legge

Il 14 dicembre 2017 la legge sulle disposizioni anticipate di trattamento finalmente è stata approvata.

Insieme a Vidas
Speciale biotestamento

Il numero di marzo 2018 di "Insieme a Vidas", il nostro notiziario, è interamente dedicato alla legge sul biotestamento

Nel numero di marzo di “Insieme a Vidas”, un approfondimento sulla legge sul biotestamento, oltre alle ultime notizie su Vidas.

Riceviamo dal Comune di Milano e segnaliamo, rispetto ai contenuti di pagina 11:
il deposito in busta chiusa presso gli uffici dello Stato Civile di via Larga 12 avviene dal lunedì al venerdì, con orario 9.00/12.00, a ingresso libero, non sono accettati depositi su delega;
i cittadini che necessitano di un modello e/o una traccia per la redazione delle proprie DAT o informazioni a riguardo possono telefonare allo 02 88448151, scrivere a dichiarazionevolonta@comune.milano.it, o possono recarsi presso lo sportello di orientamento/informazione in Casa dei Diritti, via E. de Amicis 10, il martedì dalle ore 9.00 alle ore 12.00, a ingresso libero.