Ti serve assistenza sanitaria?

Come prendersi cura dei grandi anziani: l’assistenza a domicilio e in Casa VIDAS

L’Italia è uno dei paesi con il più alto indice di vecchiaia al mondo, secondo solo al Giappone. Ad oggi, la speranza di vita alla nascita è di 80 anni per l’uomo e di 84 anni per le donne e questa tendenza andrà ad aumentare con il tempo. Secondo i dati Istat, la popolazione con più di 65 anni passerà dal 21,7% del 2015 al 32,6% nel 2065, mentre gli over 85 si dovrebbero attestare al 10% contro il 3,2% del 2015. Con l’aumento dell’aspettativa di vita aumenta anche la cronicizzazione delle malattie e ciò impone alla società di prestare assistenza agli anziani malati, per assicurargli una vita quanto più possibile lunga e in buona salute. Noi di VIDAS lo facciamo attraverso diverse modalità di intervento, che si vanno a delineare sulla base delle specifiche esigenze del paziente e del suo contesto familiare.

Chi sono i “grandi anziani” assistiti da VIDAS

Definiamo “grandi anziani” quei malati che hanno superato la soglia degli 80 anni. Tra loro, quelli che chiamiamo lungodegenti sono coloro che, anche se affetti da malattie oncologiche avanzate o altre gravi patologie, restano in assistenza molto più della media dei pazienti assistiti da VIDAS, di solito alcuni mesi. Dal 1982 sono stati oltre 35mila i malati inguaribili assistiti gratuitamente da Vidas, a domicilio e dal 2006 anche nell’hospice Casa Vidas, in degenza e day hospice. Il loro numero cresce di anno in anno, assecondando il progressivo invecchiamento della popolazione nel nostro Paese.

Le diverse modalità di assistenza agli anziani di VIDAS

Per un anziano malato, la casa è considerata un luogo privilegiato in cui ricevere assistenza in cure palliative, perché è il luogo in cui può trovare il calore familiare e vivere i suoi ultimi giorni circondato dalle sue cose e dai suoi affetti. Per questo motivo, le cure domiciliari sono sempre da prediligere, soprattutto per i malati over 80, per i quali trascorrere l’ultimo tratto del lungo percorso di vita lontano dalle mura di casa è quasi una violenza.

Tuttavia, ci possono essere condizioni specifiche che richiedono un ricovero dell’anziano in hospice oppure il ricorso a servizi ambulatoriali: queste altre due modalità di intervento di VIDAS nell’assistenza agli anziani malati inguaribili si aggiungono e integrano l’assistenza domiciliare.

Assistenza domiciliare agli anziani

L’assistenza domiciliare VIDAS garantisce all’anziano malato di accedere a un ampio e complesso insieme di interventi sanitari – sempre gratuiti – senza dover abbandonare la propria casa con il suo carico di ricordi, consuetudini e affetti.

Generalmente all’avvio dell’assistenza agli anziani lungodegenti vengono richiesti principalmente l’intervento di fisioterapista e operatore di igiene a supporto di una ancora parziale autosufficienza del malato, mentre le visite di medico e infermiere vengono programmate (di norma settimanalmente) a verifica del quadro clinico. Quando richiesti, i volontarisvolgono principalmente una funzione relazionale, facendo compagnia al paziente. Gli assistenti sociali vengono aggiornati in tempo reale sulla situazione del paziente e modulano il PAI (Piano di Assistenza Individuale) in modo da intervenire rapidamente in caso di nuove necessità del malato o della sua famiglia.

Con l’aggravarsi della malattia, le condizioni del paziente degenerano progressivamente e inducono un aumento dell’intensità assistenziale del medico e dell’infermiere, che focalizzano il loro intervento sul controllo dei sintomi e sulle medicazioni più complesse. L’operatore per l’igiene personale è poi impegnato quotidianamente, dato che il paziente non può più essere autonomo, mentre i volontari garantiscono un’affettuosa e ricorrente presenza che consente al caregiver di allontanarsi da casa per brevi periodi.

Gli interventi dello psicologo e dell’assistente sociale sono poi variabili a seconda delle specifiche necessità del paziente o della sua famiglia. Per tutti i pazienti è invece garantita la reperibilità telefonica 24 ore al giorno, compresi i festivi, da parte del personale sanitario VIDAS nonché il sostegno psicologico offerto ai familiari nella delicata fase del lutto, fondamentale da elaborare per il ritorno a una vita serena.

 Ricovero in hospice

Le cure a domicilio vengono preferite, soprattutto per i grandi anziani malati, ma ci sono particolari condizioni che necessitano la possibilità del ricovero in hospice, presso Casa VIDASIl ricovero è consigliabile nelle seguenti condizioni:

 Servizio ambulatoriale in day hospice e long day

Infine, i malati anziani che ancora sono in grado di spostarsi dal proprio domicilio per raggiungere Casa VIDAS, con mezzi propri o con il trasporto gratuito assicurato dai volontari, possono ricevere prestazioni ambulatoriali, assistenza sociale e psicologica e momenti di socializzazione grazie alle attività offerte in day hospice e in long day.

Questo contenuto ti è stato utile?
Scoprine di nuovi ogni mese nella nostra newsletter

Segui le nostre attività anche sui social
back to top
Stai navigando con Internet Explorer, non tutte le funzionalità di questo sito vengono garantite su questo browser. Per navigare il sito in sicurezza ti consigliamo di usare Chrome, Safari o Firefox.