Ti serve assistenza sanitaria?
Corso per:
Giornalisti
05 Ottobre 2021

Trovare la giusta distanza per raccontare bambini e ragazzi

Condividi

La Carta di Treviso trent’anni dopo

La Carta di Treviso è un protocollo firmato il 5 ottobre 1990 da Ordine dei giornalisti, Federazione nazionale della stampa italiana e Telefono azzurro con l’intento di disciplinare i rapporti tra informazione e stampa.

Sono passati più di trent’anni dall’accordo che ha fissato termini precisi e condivisi per costruire un’informazione rispettosa dei diritti e dell’immagine di bambini e adolescenti. È tempo di una nuova riflessione alla luce dei cambiamenti sociali e culturali, dettati anche dalla diffusione di nuovi media, che ripensi quegli obiettivi.

La cronaca continua a richiamare un’attenzione alla deontologia e alla protezione dei dati. La mancanza di regole sembra spesso la costante dei canali social, eletti a fonte di informazione, all’interno dei quali l’assenza di mediazione e lo scambio diretto con gli utenti espongono la fragilità senza i filtri.

Quali indicazioni concrete possono essere date ai professionisti dell’informazione, tra regole e necessità di rispetto ed empatia, nella gestione della relazione con i soggetti da proteggere?

I docenti

Luciano Clerico, giornalista, già caporedattore Ansa e corrispondente da New York
Carlo Melzi d’Eril, avvocato esperto di privacy e protezione dei dati
Marta Lucia Zanichelli, Coordinatore Organizzativo Master in Giornalismo, Università IULM

Moderatori

Dario Ceccarelli, giornalista Sole24Ore
Raffaella Gay, Responsabile Comunicazione VIDAS

La partecipazione al corso è GRATUITA. È obbligatoria l’iscrizione tramite la piattaforma dell’Ordine dei Giornalisti secondo le modalità ivi esplicitate fino a esaurimento dei posti disponibili (cinquanta). La Segreteria Organizzativa VIDAS inoltrerà via e-mail conferma dell’accettazione dell’iscrizione e l’invito per partecipare all’evento su piattaforma digitale.

I corso si terrà in streaming sulla piattaforma Zoom, inizierà alle ore 16 con accrediti dalle 15.45

back to top
Stai navigando con Internet Explorer, non tutte le funzionalità di questo sito vengono garantite su questo browser. Per navigare il sito in sicurezza ti consigliamo di usare Chrome, Safari o Firefox.