Ti serve assistenza sanitaria?
05.09.2012  |  Eventi e iniziative

La sofferenza al centro dell’incontro interreligioso

Condividi

Vivere l’esperienza del dolore non significa tanto dare all’altro la propria risposta ma piuttosto stare con l’altra umanità perché essa possa esprimersi e dare senso al proprio dolore. Questo il senso della frase con cui Salvatore Natoli ha concluso il suo intervento durante lincontro interreligioso che potete vedere sul nostro canale di YouTube e di cui qui trovate una clip di presentazione. E questo è il senso che Noi di Vidas diamo al nostro lavoro quotidiano.

Assistere ogni giorno persone affette da patologie giunte in una fase tanto avanzata da rendere concreto e reale il pensiero della morte significa, di fatto, stare accanto all’uomo che soffre. E la sofferenza che ci portano le persone che assistiamo è fatta di tanti ingredienti: non solo dolore fisico dunque, a cui – come ci ricordava il Pastore Valdese Platone – può oggi porre facilmente rimedio la medicina, ma anche e soprattutto solitudine, emarginazione, rancore, senso di finitezza, impotenza ecc. È certamente un dovere morale di ogni persona e in particolare dei religiosi alleviare la sofferenza degli uomini facendo cose molto pratiche e non limitandosi al ragionamento astratto, come ha affermato il Rabbino Arbib così come non basta pregare per allontanare da sé e dal mondo la sofferenza, ma occorre un impegno concreto da parte dell’uomo, come ci ha ricordato il Lama Rinpoce. E ancora, la sofferenza non va cercata ma va combattuta: occorre lavorare il più possibile per evitare che il mondo sia invaso dalla sofferenza e ciò significa combattere ogni forma di povertà, di dolore, di odio, di sopraffazione ecc. come ha sostenuto Mons. Manganini.

E per quanto in alcuni momenti le posizioni dei relatori che si sono susseguiti nella cornice suggestiva di San Paolo in Converso sul tema della sofferenza, siano state convergenti, numerose chiavi di lettura e spunti di riflessione sono stati offerti agli astanti: dall’idea della sofferenza come prova a cui l’uomo viene sottoposto (e quindi opportunità) per rinsaldare la propria fede in Dio in vista di un bene più grande (conquista del paradiso) come ha spiegato l’Islamico Asfa Mahmoud all’idea laica dell’Homo homini Deus (Spinoza) per cui nulla è più utile all’uomo dell’uomo stesso.

Un incontro di umanità davvero speciale che ci ha regalato due ore ricche di emozioni, pensieri, suggestioni, cultura e passione per l’uomo. Un incontro che per Noi di Vidas è stato anche una vera e propria boccata d’ossigeno, un’esperienza davvero speciale da custodire gelosamente nel proprio cuore e a cui attingere tutte le volte in cui la routine e i ritmi frenetici tendono a intrappolare e schiacciare l’umanità… che siamo noi!

Scopri tutte le categorie di racconti VIDAS

Operatori
Scopri ora
Volontari
Scopri ora
Donatori
Scopri ora

Scopri tutte
le categorie
di racconti
VIDAS

Novità

La sezione novità è dedicata a te, per rimanere sempre al passo con ciò che succede in VIDAS: qui troverai tutti gli aggiornamenti sulle attività e le nuove possibilità per sostenerci, i prossimi eventi e le iniziative culturali in programma.
Scopri tutti gli articoli

Cultura

Un’intensa attività culturale affianca da sempre quella assistenziale: in questa sezione approfondirai la filosofia ispiratrice di VIDAS e aprirai la mente a una riflessione più ampia su tematiche esistenziali e sociali, sul vivere e sul morire.
Scopri tutti gli articoli
back to top