Ti serve assistenza sanitaria?
18.02.2014

Bussole in cerca di sorrisi perduti

Condividi

Bussole in cerca di sorrisi perdutidi Albert Espinosa è uno di quei libri che vorresti durassero di più. Almeno, io l’ho vissuto così. Un paio di volte, rendendomi conto che la fine del romanzo era prossima, ho deciso di staccarmi per un po’ da queste pagine per concedermi più tempo da trascorrere con Elkaitz e gli altri protagonisti della storia. Con il loro dolore, legato a vicende particolari e universali allo stesso tempo. Con quell’odio che ad alcuni resta nell’anima per anni e che non sono mai riuscita a capire.

Bussole in cerca di sorrisi perduti

Una vicenda a scatole cinesi, che prende respiro a mano a mano che ci si addentra nella storia. Un montaggio alternato con flashback e flashforward, per dirla cinematograficamente. La necessità di fare i conti con un passato troppo a lungo sepolto per poter andare oltre al dolore di un recente passato. Fare i conti con la morte per aprirsi alla vita.

Tanti i temi trattati da Espinosa con semplicità, senza velleità di filosofeggiare troppo sul perdono, la verità, l’amore… Anche le ispirazioni giungono al protagonista non tanto da grandi pensatori, quanto da menti semplici: basti pensare al portiere d’albergo che ogni giorno lascia un aforisma universale sul cuscino e si concede la domenica di citare se stesso. Proprio questi ultimi pensieri sono quelli che guidano Elkaitz nel suo viaggio alla riscoperta del rapporto con suo padre.

Perché, come recita la frase che anticipa il romanzo,

Per vivere, bisogna vivere…
Non dobbiamo dimenticarlo.

Scopri tutte le categorie di racconti VIDAS

Operatori
Scopri ora
Volontari
Scopri ora
Donatori
Scopri ora

Scopri tutte
le categorie
di racconti
VIDAS

Novità

La sezione novità è dedicata a te, per rimanere sempre al passo con ciò che succede in VIDAS: qui troverai tutti gli aggiornamenti sulle attività e le nuove possibilità per sostenerci, i prossimi eventi e le iniziative culturali in programma.
Scopri tutti gli articoli

Cultura

Un’intensa attività culturale affianca da sempre quella assistenziale: in questa sezione approfondirai la filosofia ispiratrice di VIDAS e aprirai la mente a una riflessione più ampia su tematiche esistenziali e sociali, sul vivere e sul morire.
Scopri tutti gli articoli
back to top