Ti serve assistenza sanitaria?
15.11.2022  |  Aggiornamenti

Casa Vidas si rinnova, istantanee dal cantiere

Condividi

La ristrutturazione ha rinnovato impianti e spazi e reso più efficiente la climatizzazione nelle stanze. Fiore all’occhiello dell’intervento, la terrazza dell’area degenza è stata dotata di una copertura che la rende vivibile a tutte le ore e con ogni condizione meteo.

Dopo 15 anni e 6.000 pazienti curati, Casa Vidas si è rinnovata. I lavori di ristrutturazione sono cominciati a metà gennaio e sono quasi terminati: delle due ali della degenza, l’una (la più grande, da dodici stanze) è già stata completamente rinnovata mentre l’altra, dove si trova anche l’accoglienza, sarà terminata entro fine anno.

Proprio la suddivisione in due bracci ha consentito, in questi mesi, di continuare ad accogliere pazienti. Lia Biagetti, responsabile infermieristica, ci spiega com’è stato operare in mezzo ai lavori di ristrutturazione: “Il nostro primo pensiero è sempre rivolto ai pazienti e fortunatamente siamo riusciti a non arrecare disagio ai malati, perché non ci sono mai state grandi perforazioni e sono rarissimi i giorni in cui si sentono rumori ovattati.”

E per quanto riguarda il personale?

La ristrutturazione ha portato un po’ di scompiglio ma anche dei benefici. Ad esempio, ha permesso di mandare alcuni operatori a lavorare in Casa Sollievo Bimbi, cosa non scontata anche se lavoriamo nella stessa struttura perché l’hospice pediatrico è come un reparto specialistico. Nei mesi scorsi sono stati in carenza di personale e noi in esubero, condizione che ci ha permesso di andare e aiutarli nelle azioni quotidiane. Un’esperienza formativa per il nostro personale.

Quali sono i maggiori benefici portati da questa ristrutturazione?

Quello della climatizzazione era il problema principale da risolvere e finalmente abbiamo un sistema che consente di dare una soluzione rapida al microclima della stanza, se troppo caldo o troppo freddo, dando maggiore agio ai pazienti. Anche la terrazza verrà migliorata, costruendo una nuova tettoia, che ne consentirà l’uso a tutte le ore e anche con la pioggia. Per quanto riguarda le stanze, invece, avevano già una buona metratura, anche l’arredamento era adeguato, ma abbiamo pensato di rinnovare l’ambiente con delle pareti colorate e a motivi floreali che danno ancora di più l’idea di casa. Abbiamo deciso anche di sfruttare questa occasione per andare incontro a un’esigenza più volte segnalata dai pazienti: mettere delle televisioni più grandi. Può sembrare una cosa di poco conto se raccontata così, soprattutto a una persona giovane e sana che può uscire, andare in bici e coltivare i suoi interessi, ma per una persona anziana la cui vita è cadenzata dai programmi tv, colazione, pranzo e cena, è un aspetto che diventa importante.

Attenzioni che fanno la differenza?

Sono tutte piccole cose, ma io dico sempre che è importante per il paziente trovare un ambiente adeguato che vada a soddisfare le sue esigenze: sono persone che vengono qui a terminare la loro vita, che è, lasciatemelo dire così, ‘tanta cosa’, quindi riprodurre una situazione quanto più attinente alle loro esigenze aiuta. Per dare una risposta di comfort ambientale penso sia importante anche che ci siano dall’altra parte degli operatori che abbiano voglia di leggere in continuazione queste esigenze.

Quando sono arrivata in VIDAS ho colto in maniera netta l’attenzione al dettaglio. L’altro giorno stavo leggendo le cartelle cliniche e in una nota un collega ha scritto: “La signora dice che questo reparto è da premio Oscar per la bellezza!”. Sono commenti che rimangono.

Quello che facciamo, in un momento di grande incertezza, anche negli ospedali, è di restituire dignità, con i gesti, le parole, e anche, perché no?, la carta da parati.

A proposito della situazione, quando torneranno alla normalità le visite ai pazienti?

Purtroppo non possiamo saperlo con certezza, ma con il rallentare della pandemia la situazione è molto migliorata. In aggiunta al caregiver principale, che può visitare il paziente senza limitazioni orarie, da qualche mese possono accedere, dalle 16 alle 19, anche altri familiari e amici, a condizione che abbiano il green pass e entrando uno alla volta.

Scopri tutte le categorie di racconti VIDAS

Operatori
Scopri ora
Volontari
Scopri ora
Donatori
Scopri ora

Scopri tutte
le categorie
di racconti
VIDAS

Novità

La sezione novità è dedicata a te, per rimanere sempre al passo con ciò che succede in VIDAS: qui troverai tutti gli aggiornamenti sulle attività e le nuove possibilità per sostenerci, i prossimi eventi e le iniziative culturali in programma.
Scopri tutti gli articoli

Cultura

Un’intensa attività culturale affianca da sempre quella assistenziale: in questa sezione approfondirai la filosofia ispiratrice di VIDAS e aprirai la mente a una riflessione più ampia su tematiche esistenziali e sociali, sul vivere e sul morire.
Scopri tutti gli articoli
back to top
Stai navigando con Internet Explorer, non tutte le funzionalità di questo sito vengono garantite su questo browser. Per navigare il sito in sicurezza ti consigliamo di usare Chrome, Safari o Firefox.