Ti serve assistenza sanitaria?
26.09.2012  |  Operatori

Cara M.

Condividi

Cara M.,

stamattina sono scesa presto, prima che arrivassero altri, a darti il mio saluto, usando quel “tu” così confidenziale che avevo preferito non usare, nonostante le tue insistenze.Eri bellissima come sempre e come sempre straordinariamente ironica.

Il lungo abito da sera, i guanti di tulle, le scarpe con il tacco altissimo: gli abiti che ti eri scelta per tempo, per essere perfetta anche a quest’ultimo appuntamento. E accanto a te, immancabili, sigaretta e accendino.

Ho pensato che mi sarei commossa per l’intensità che ha accompagnato la nostra storia di medico e di paziente. Invece ho sorriso, perché ancora una volta sei riuscita a stupirmi. Sorridevi anche tu: non avrebbe avuto senso fare altro.

Sei stata un incontro prezioso, così consapevole, spiritosa, disincantata e appassionata. Sei stata viva davvero anche se per un tempo ingiustamente breve.

Questa è la risposta alla domanda che un giorno ci hai fatto a bruciapelo, con quel tuo modo che non lasciava scampo alla menzogna: “quando non ci sarò più, vi mancherò?”.

Per conto mio sono davvero felice di averti incontrata.

Scopri tutte le categorie di racconti VIDAS

Operatori
Scopri ora
Volontari
Scopri ora
Donatori
Scopri ora

Scopri tutte
le categorie
di racconti
VIDAS

Novità

La sezione novità è dedicata a te, per rimanere sempre al passo con ciò che succede in VIDAS: qui troverai tutti gli aggiornamenti sulle attività e le nuove possibilità per sostenerci, i prossimi eventi e le iniziative culturali in programma.
Scopri tutti gli articoli

Cultura

Un’intensa attività culturale affianca da sempre quella assistenziale: in questa sezione approfondirai la filosofia ispiratrice di VIDAS e aprirai la mente a una riflessione più ampia su tematiche esistenziali e sociali, sul vivere e sul morire.
Scopri tutti gli articoli
back to top